Legge di stabilità?

E’ tornato in alto e non solo per fare una comparsata. Sette anni distante dal massimo campionato non sono facili da dimenticare, specialmente per una squadra che fino al 2009, anno della retrocessione, disputò quattordici delle diciassette stagioni di quella Premier League nata nel 1992. Una % pari all’82,4.
Tutte stagioni di media-bassa classifica, con il picco di un settimo posto nel 2004/05, comunque con la certezza di esserci ogni anno. Ora, tornati nel calcio che conta e con un mercato di ottimo livello in grado di rafforzare una squadra già buona, dalle parti del Riverside Stadium sembrano proprio urlare : “No ragazzi, non siamo tornati per una semplice visita”.

Squadra che nelle ultime due stagioni è sempre risultata quella con il miglior roster a disposizione, partendo da favorita anche nella finale dei PO del 2014/15 contro il Norwich. Piena di giocatori di altissimo livello per la Championship ed è qua che sorge il dilemma : saranno in grado di “stabilizzarsi” (anche solo come buoni giocatori) in EPL?
La società crede nella base della squadra e sta operando per aggiungere esperienza. Gli acquisti di Alvaro Negredo (prestito) ed Antonio Barragan devono essere più visti come aggiunte di esperienza che di altro, mentre quelli di Viktor Fischer e Martin de Roon come ad un possibile ringiovanimento della rosa in ottica futura. Sì, perché un altro problema del Boro è che l’età media dello starting XI tocca i 30, se escludiamo i giovani Gibson, Ayala e Forshaw.
Un’età media che però non viene supportata dall’esperienza, poiché solamente otto della rosa, escludendo i nuovi innesti, hanno calcato i campi del massimo campionato inglese. In tre hanno giocato solo una partita (Friend, 08/09; Baptiste, 10/11; Forshaw, 10/11); Ayala ha fatto dodici partite con il Liverpool ed il Norwich; in due non hanno toccato le cinque stagioni (Leadbitter, dal 05 al 10 saltando il 06/07; Nugent, ultima nel 14/15 con il Leicester; Gaston Ramirez ha toccato le cinque stagioni ma mai essendo un pilastro inamovibile, figlio anche di due prestiti. Il solo a fare la voce grossa, per modo di dire, è Stewart Downing (quattordici stagioni consecutive in EPL, dal 2001 al 2015).

Back in the days : nel 2008/09 il Middlesbrough retrocede insieme al Newcastle. Ora, tornato nel massimo campionato, non potrà sfidare i Magpies a causa della retrocessione di quest’ultimi. Sperando in una pronta “guarigione” dei ragazzi di Benitez, oltre ad una salvezza da parte dei Smoggies, per la stagione 2016/17 bisognerà accontentarsi della sfida del north-east contro il Sunderland.

(Pic from gazettelive.co.uk)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...